Salta la navigazione | Login | Sitemap | Deutsch | Cookie | Privacy
Piazza Dante 16 | I-38122 Trento
Tel.: +39 0461 201 111
Piazza Duomo 3 | I-39100 Bolzano
Tel.: +39 0471 990 111
Posta elettronica certificata

Cogo Margherita

Foto Cogo Margherita

Nata a Tione ha insegnato materie letterarie fino alla nomina a sindaco.Eletta per la prima volta, nel 1985, nel Consiglio comunale di Tione come candidata del PSI, nel 1990, dopo l'uscita dal partito, aderisce ad una lista civica (Impegno Civico). Nominata sindaco di Tione (1993) viene riconfermata nell'elezione diretta del 1995, sempre alla guida di una giunta di centro-sinistra.Eletta nel Consorzio dei Comuni (1997) si occupa di cultura e sanità all'interno della Giunta esecutiva. Dal 1995 presidente del Comitato di distretto sanitario delle Giudicarie. Il programma politico-amministrativo del comune di Tione, oltre alla realizzazione di numerose opere di urbanizzazione primaria, ha privilegiato la riqualificazione del territorio (approvazione del PRG), il rafforzamento delle attività culturali e il sostegno al mondo associazionistico. La gestione della cosa pubblica ha favorito il dialogo, il confronto con i cittadini e cercato di avvicinare la popolazione alle istituzioni. Nel 1998 aderisce ai Democratici di Sinistra per riaffermare i valori che sono patrimonio storico e culturale della sinistra: solidarietà, rispetto dei più deboli, lavoro, giustizia ed equità sociale. Prima donna presidente della Giunta regionale (1999-2002) si occupa della riforma dell'ente Regione, attraverso la modifica dello Statuto d'autonomia, obiettivo che ha permesso alla Provincia di Trento di dotarsi di un nuovo sistema elettorale, alla cui stesura ha contribuito anche come componente della quinta Commissione del Consiglio provinciale. Nel gennaio 2002 si dimette, nella ferma convinzione che in politica debbano prevalere etica, onestà, passione, competenza, ma anche la capacità di rinunciare a ruoli di potere se mancano le condizioni per bene operare. Sempre attenta ad una società in rapido mutamento ha privilegiato costantemente una dialettica volta alla crescita politica, economica e sociale della Comunità, cui donne e giovani possano partecipare attivamente. Rieletta nel 2003, prima donna vicepresidente della Provincia, nonché assessore alla Cultura, sviluppa una politica tesa a creare le condizioni per rafforzare sia le reti territoriali (dalle scuole musicali a quelle delle federazioni e dello spettacolo) sia le eccellenze rappresentate dai musei provinciali e dai festival. Riesce a coniugare storia, recupero e valorizzazione della memoria (nascita del "Progetto memoria", realizzato in stretta collaborazione con i comuni e con le associazioni, nonché l'istituzione della Fondazione Museo Storico del Trentino), con innovazione e attenzione per le espressioni artistiche e culturali della contemporaneità. Fondamentale in questa prospettiva il riordino legislativo del comparto Attività culturali, ivi compresi musei ed enti dello spettacolo, ponendo le basi legislative per sviluppare dinamicamente e flessibilmente nuove strategie progettuali. Ha favorito, inoltre, iniziative che hanno promosso i rapporti tra istituzioni culturali trentine e organismi di prestigio internazionale. Nel corso di questo mandato è stato sviluppato il progetto operativo, sia dal punto di vista scientifico che architettonico, del futuro Museo della scienza (MUSE). Ha dato inoltre l'avvio ad un importante progetto pluriennale, centrato sulla Grande Guerra, con studi, ricerche, scoperte, recupero di beni culturali, mostre e alla definizione di un museo diffuso sul territorio. Importanti sono le iniziative per il restauro e il recupero del patrimonio storico-artistico provinciale da Torre Vanga a Trento, al Forte di Cadine, da Mulino Ruatti a Rabbi, a Malga Palazzo nella Riserva naturale di Scanuppia, dal Bastione veneziano di Riva del Garda al Cimitero monumentale di Bondo, fino al restauro della Loggia del Romanino al Castello del Buonconsiglio. Particolarmente importante per il futuro la sperimentazione e la costruzione di strumenti amministrativi (accordi di programma e convenzioni) di sistematica progettazione e collaborazione operativa fra Provincia, istituzioni culturali, comuni e associazioni locali nei principali ambiti delle attività culturali.

Incarichi ricoperti

Consiglio

Consigliere regionale
dal 02/12/2008 al 21/11/2013

Gruppo di appartenenza

  • Partito Democratico del Trentino-Alto Adige/Südtirol